Etienne era uno di quelli che aveva imparato ad accantonare il dolore, a chiuderlo dentro una stanza inaccessibile anche al ricordo, perchè la vita, lì fuori, scorreva impetuosa come sempre, incurante dei rimorsi e degli errori , e doveva essere solo vissuta e non giustificata, passata in rassegna con le mani, con le dita, a cercare la pelle liscia sollevata dalle cicatrici.

Post più recente Post più vecchio Home page